Gli arbusti da siepe


Le siepi svolgono un ruolo importante nell'organizzazione e definizione di un giardino. Possono essere potate in forme ben definite o essere lasciate crescere liberamente in modo informale, secondo le esigenze e la tipologia del giardino in cui vengono inserite.

Moltissime specie di arbusti possono essere impiegate, oltre che come elementi decorativi isolati, anche per formare siepi di varia forma e dimensione che possono assolvere a diverse funzioni: separare tra loro parti differenti del giardino, creare barriere frangivento, mascherare elementi sgradevoli alla vista o marcare i confini del giardino. Se ben curate e inserite in modo appropriato nell'impianto del giardino, possono costituirne un elemento decorativo di pregio. Ne sono un esempio le siepi di bosso, utilizzate per dare vita a realizzazioni di arte topiaria di notevole bellezza.


Gli arbusti più utilizzati per formare siepi sono quelli sempreverdi che consentono di creare barriere continue che rimangono inalterate per tutto l'arco dell'anno, ma sono usati per la formazione di siepi che non abbiano funzioni di barriera o frangivento anche gli arbusti decidui che spesso mantengono per buona parte dell'inverno il fogliame nella colorazione autunnale e che offrono il vantaggio di fioriture decorative.

Nella scelta degli arbusti da siepe è bene considerare anche se si prestano a essere potati in forme rigide dai contorni ben definiti o al contrario devono essere lasciati crescere in forma libera. Le siepi del primo tipo sono adatte ai giardini formali che seguono un progetto ben definito e ordinato, le seconde si prestano alla collocazione in giardini informali, come quello country. In teoria tutte le piante da siepe possono essere trattate nell'uno o nell'altro modo, ma in generale gli arbusti che portano bacche e che presentano fioriture ornamentali sono quelli che più si adattano alla creazione di siepi informali, mentre le specie che presentano fioriture insignificanti sono per lo più indicate per siepi potate in forma rigida.

Altra cosa importate da tener conto nella scelta degli arbusti da siepe è il clima. Una crescita rallentata e poco rigogliosa dovuta a un clima inadatto si traduce infatti in una siepe stentata e poco compatta. Nelle zone a clima più rigido sono da preferire l'agrifoglio, che va potato solo una volta l'anno, o arbusti a rapido sviluppo come il ligustro o il lauroceraso, che però devono essere potati più volte nel corso dell'anno. Nelle regioni costiere invece si impiegano l'evonimo, il pittosporo e l'olivello spinoso, che sopportano bene la salsedine.

Per quanto concerne malattie e parassiti va ricordato che la disposizione ravvicinata degli arbusti e i frequenti interventi di potatura favoriscono la diffusione di malattie fungine e parassitarie. Per questo e necessaria una maggiore attenzione per quanto riguarda eventuali interventi di prevenzione e cura. 


Leggi anche

I principali arbusti sempreverdi da siepe
  1. Agrifoglio
  2. Alloro (Laurus)
  3. Bosso
  4. Ilex aquifolium (Agrifoglio)
  5. Lauroceraso
  6. Ligustro 
  7. Evonimo
  8. Pittosporo
I principali arbusti decidui da siepe.